Home
Lo psicologo dello sport arriva in palestra PDF Stampa E-mail

2014 - Lo psicologo dello sport arriva in palestra ...

 

 

Come si sa, all’arrivo del nuovo anno o in autunno, sono in molti che, pieni di buoni propositi, si iscrivono nei migliori centri fitness, attirati dal desiderio di avere un corpo bello, sano e armonioso e di condurre una vita piu’ equilibrata meno stressante, magari con il desiderio di smettere di fumare e di mangiare in modo disordinato. Ma, come bene sanno gli psicologi, l’incontro tra fantasia e realtà non è affatto scontato.

 

 

Non è un caso infatti che si parla di un 40-50% di persone che abbandono la palestra dopo solo poche settimane di allenamento, perché non vedono un cambiamento, perché non trovano risposta al loro bisogno mal definito in partenza, perché fanno sacrifici che sembrano inutili o perché, dopo una giornata piena di impegni, si sentono troppo stanchi.

Ecco allora che diventa interessante la figura di uno psicologo dello sport che collabora con i trainer e gli specialisti del fitness per indirizzare i loro centri sempre piu’ verso un vero concetto di wellness: le persone devono ritrovare un benessere interiore, non solo fisico. Non basta un abbonamento di un mese o anche di un anno in palestra, se la persona non porta con sé, oltre agli effetti immediati dell’attività fisica, degli strumenti che gli consentano di ritrovare il benessere a lungo termine. Questo dunque dovrebbe essere l’obiettivo dello psicologo in palestra.

In una prima fase diagnostica, lo psicologo dello sport aiuta la persona ad identificare meglio i propri obiettivi che devono essere sfidanti ma realistici e concreti. In questa fase, anche attraverso il supporto di test specifici, è possibile definire un profilo emozionale della persona e comprendere le sue esigenze.

Nella fase successiva si lavora sulla motivazione per il mantenimento dell’allenamento e del programma alimentare (spesso presente insieme all’allenamento) attraverso l’apprendimento di tecniche di rilassamento, di visualizzazione e di self talk.

Ogni incontro è caratterizzato da uno spazio di parola, uno scambio di emozioni, la persona si sentirà seguita nel suo allenamento, potrà condividere individualmente o in gruppo gli stessi dubbi o disagi. E come ogni bravo istruttore sa, la cosa più importante che rende un centro fitness unico, è quella di dare la possibilità al cliente di poter parlare di sé.

Si tratta in genere di 3 sedute al mese, individuali o di gruppo, per almeno due mesi. L’intervento dello psicologo dello sport può essere diretto al cliente stesso oppure agli operatori del fitness che vogliono migliorarsi e applicare su se stessi le tecniche di training motivazionale, di rilassamento, di visualizzazione e di self talk. Agli operatori è riservato anche lo spazio per partecipare ai gruppi di incontro con gli altri operatori: un modo efficace per affrontare problemi di relazione, per chiarire le proprie posizioni, per sfogarsi ed apprendere nuove strategie comportamentali e relazionali utili nel lavoro ma anche nella vita di tutti i giorni

 

Dott.ssa Alessandra Vinco

 

 
 

Notizie flash

MI AIUTI A BATTERE I MOSTRI

Ottobre 2014 - MI AIUTI A BATTERE I MOSTRI?

Accademia delle Arti

Serata a ingresso libero h. 18:00 - 19:30

GIOVEDI’ 23 OTTOBRE

Via Marconi, 21 Melegnano

 

Leggi tutto...
 
Lo psicologo dello sport arriva in palestra

2014 - Lo psicologo dello sport arriva in palestra ...

 

Leggi tutto...